“Sostegno al Distaccamento dei Vigili del Fuoco Volontari di Casola Valsenio”: “Uniti per Casola” presenta un ordine del giorno in Consiglio comunale

Il gruppo consiliare “CentroSinistra – Uniti per Casola” ha presentato in Consiglio comunale un ordine del giorno a sostegno e salvaguardia dell’importante funzione di presidio e sicurezza del territorio e della popolazione, svolto dal Distaccamento dei Vigili del Fuoco Volontari di Casola Valsenio.

Di seguito, il testo dell’ordine del giorno:

Il Consiglio comunale di Casola Valsenio, riunito il 30 ottobre 2018 presso la sala Consigliare del Municipio, esprime apprezzamento e riconoscenza per l’attività svolta dai Vigili del Fuoco Volontari del Distaccamento di Casola Valsenio, per il presidio del territorio collinare e montano e la protezione e sicurezza della popolazione.

Il Distaccamento dei Vigili del Fuoco Volontari, si costituisce a Casola Valsenio nel 2002, fortemente voluto dall’Amministrazione comunale e dall’intera comunità.

È del 2002 il primo corso di formazione a cui partecipano i primi 15 volontari – tutti residenti nel Comune di Casola Valsenio – che hanno avviato l’attività del Distaccamento casolano con operatività H24, prima nella sede di Via 1° Maggio, nella zona industriale, poi nella nuova sede realizzata in Via XXV Aprile nei pressi del Parco Pertini.

A quel primo nucleo si sono poi uniti altri volontari casolani e, in numero crescente e prevalente, volontari provenienti da altri Comuni, anche molto distanti da Casola.

Una condizione, questa, che da un lato evidenzia un’apprezzabile disponibilità e propensione all’impegno nella sicurezza e protezione, ma di contro espone il Distaccamento dei Vigili del Fuoco Volontari alla crescente difficoltà, a causa della distanza della residenza di molti volontari, a garantire l’operatività H24 del Distaccamento stesso.

Si precisa che nonostante i Volontari assegnati al Distaccamento di Casola siano attualmente 38, i residenti nel territorio, ovvero nella condizione di essere immediatamente reperibili, sono molti di meno, al punto da rendere difficoltosa la possibilità di garantire la disponibilità di servizio delle 5 unità minime che compongono una partenza di soccorso tecnico e urgente.

Il Consiglio comunale di Casola Valsenio
facendosi interprete delle preoccupazioni espresse a questo proposito e condividendo le indicazioni venute dagli stessi Vigili del Fuoco Volontari per affrontare e superare questa situazione, e con la volontà di assicurare la continuità e lo sviluppo della presenza e dell’attività del Distaccamento dei Vigli del Fuoco volontari

CHIEDE
al Comando dei Vigili del Fuoco di Ravenna e alla Direzione regionale, ai quali si dà atto dell’attenzione che hanno sempre rivolto alle esigenze del nostro territorio, che
– nell’immissione nell’organico del Distaccamento dei Vigili del Fuoco Volontari di Casola Valsenio, si dia la precedenza alle nuove richieste provenienti dai residenti nel Comune di Valsenio o nei territori limitrofi, rispetto agli iscritti negli elenchi degli aspiranti volontari/discontinui residenti in Comuni e territori troppo lontani e incompatibili con le esigenze di rapidità degli interventi e di continuità dell’azione di presidio.
– i prossimi corsi di formazione – da programmare e svolgere in tempi ravvicinati, e preceduti da un’adeguata campagna di informazione sulle attività e sull’importanza del Distaccamento per il territorio collinare e montano – siano rivolti prioritariamente e prevalentemente ai residenti nel Comune di Casola Valsenio e nei territori limitrofi, anche per fare fronte alle prossime uscite di Vigili del Fuoco Volontari per raggiunti limiti di età.

IMPEGNA
l’Amministrazione Comunale di Casola Valsenio a supportare con il massimo impegno questo impegno volontario fondamentale per la comunità anche attraverso incontri pubblici con la popolazione al fine di incentivare la partecipazione di giovani residenti e garantire un futuro al presidio.

Il capogruppo del gruppo consiliare UNITI PER CASOLA
Riccardo Albonetti

Ti potrebbero interessare anche:

Share