Unione dei Comuni. Il progetto di riforma proposto dalla Giunta per il rafforzamento dell’Unione e il pieno riconoscimento del ruolo dei Comuni e degli organi democratici


Dopo un’intensa opera di conferimento formale dei servizi – che si è completata dall’1 gennaio 2018 – l’Unione della Romagna Faentina, forte dell’esperienza maturata in questi primi anni di attività, è pronta per promuovere quella riorganizzazione, quella riforma del rapporto Unione-Comuni che, con le necessarie modifiche Statutarie e regolamentari, valorizzi e riconosca pienamente il ruolo e la responsabilità delle rappresentanze democratiche elette dai cittadini nei Comuni – Sindaci, Assessori comunali, Consigli comunali – e, nel contempo, affermi e valorizzi il ruolo programmatorio, di integrazione nella gestione dei servizi e delle funzioni, dell’Unione dei Comuni intesa come forma avanzata di governo territoriale al servizio delle singole comunità locali e dell’intera comunità della Romagna Faentina.

La Segreteria del PD della Romagna Faentina, dopo aver svolto nell’autunno 2017 la campagna di informazione “L’Unione fa la forza” con incontri in tutti i Comuni e con un questionario on line rivolto agli iscritti e agli elettori PD, ha elaborato un documento di indirizzo (che si riporta di seguito), presentato alla stampa e agli organi di informazione l’ 1 dicembre 2017, a Faenza, che oltre a esprimere sostegno al processo di costruzione dell’Unione, ha fornito agli amministratori dell’Unione della Romagna Faentina un contributo programmatico per il rafforzamento dell’Unione, per completarne la costruzione promuovendo e concretizzando quelle soluzioni di riforma che, alla luce dell’esperienza di questi anni, possano garantire e valorizzare – nel quadro di scelte di programmazione, indirizzo e gestione condivise a livello di Unione e affidate alla decisione degli organi di Unione – il ruolo decisionale degli organi comunali democraticamente eletti sulle tematiche e sulle scelte di esclusivo interesse comunale e la piena rappresentatività degli organi democratici dell’Unione.
A partire da questo lavoro, sosterremo con convinzione il progetto di riforma della governance dell’Unione, messo a punto dalla Giunta dell’Unione, in uno spirito di confronto e di ascolto con le rappresentanze politiche e istituzionali, con le organizzazioni sociali e sindacali. Con questo spirito parteciperemo alle riunioni convocate dalla Giunta dell’Unione dei Comuni, dai Sindaci che ne sono i componenti, per la presentazione del “PROGETTO DI RIORDINO ISTITUZIONALE DEL SISTEMA COMUNI-UNIONE”: 

– Giovedì 21 giugno alle ore 18.30 – Residenza Municipale di Faenza
Riunione dei capigruppo dei sei Consigli Comunali e dei rappresentanti delle forze politiche comunali e comprensoriali dell’Unione.

– Giovedì 28 giugno alle ore 19.30 – Residenza Municipale di Faenza (Sala E. De Giovanni)
Riunione congiunta dei Consigli Comunali dei sei Comuni dell’Unione.
Alla riunione sono stati invitati inoltre, con diritto di intervento in aula, i rappresentanti delle espressioni organizzate della Comunità, in particolare le rappresentanze sociali, economiche, sindacali.

Scarica il documento PROGETTO DI RIORDINO ISTITUZIONALE DEL SISTEMA COMUNI-UNIONE

 

Ti potrebbero interessare anche:

Share