Amministrazione di Castel Bolognese: Dalla programmazione alla concretezza

Nel 2017, anno di metà mandato, abbiamo fatto la scelta di investire nelle progettazioni e nella programmazione della città. Non potevamo accontentarci quindi solo della bella nuova Piazza Bernardi e dell’imminente riqualificazione di Piazza Fanti, non potevamo accontentarci dei lavori fatti sulle scuole o sulle strade o ancora sul tema ambientale legato alla lotta all’amianto.
Sapevamo che dopo i tanti risultati raggiunti avevamo bisogno di una strategia di lungo periodo e fortemente innovativa. Per questo dopo questa attenta e puntuale programmazione, sancita con la partnership dell’Università di Ferrara, abbiamo messo a punto una strategia per la città fondata sull’innovazione a 360°.

Strategia che è partita dal tema della sostenibilità ambientale e quindi dall’analisi energetica di tutti gli edifici pubblici e che grazie alla qualità dei progetti ci consente di investire quest’anno oltre 500.000 euro in efficienza energetica, dal Comune alla Biblioteca, dalle Scuole Medie alle Scuole Ginnasi.

Poi sulla sicurezza sismica degli edifici pubblici. Grazie all’analisi fatta e ad un lavoro impegnativo di ricerca fondi quest’anno il Ministero dell’istruzione ci ha assegnato 930.000 euro per adeguare alle norme antisismiche le Scuole Medie. Inoltre verranno riqualificati e messi a norma anche i locali sotterranei delle scuole Bassi e dell’Asilo Nido comunale con un investimento di oltre 300.000 euro.

Per quanto riguarda la strategia sull’istruzione, se da un lato abbiamo investito in sicurezza ed efficienza energetica, dall’altro ci siamo impegnati con l’associazione KWatt di Bologna in un percorso di co – progettazione per analizzare con genitori, professori e
studenti minacce e opportunità dell’utilizzo della tecnologia. Così questa estate partiranno i lavori per un laboratorio innovativo alle scuole Medie, interamente finanziato dal comune. Tutto questo per governare il cambiamento che le tecnologie stanno apportando alle nostre vite partendo dai nostri studenti.

Poi la strategia sul centro storico. Partiti da Piazza Bernardi ora ci apprestiamo ad iniziare i lavori su Piazza Fanti e stiamo progettando su due assi quello Biblioteca – Ospedale e quello Portici – Borgo la strategia per rilanciare il commercio. Per tutti questi lavori investiremo quest’anno oltre 400.000 euro.

Strategia, programmazione e ricerca fondi. Con questa filosofia ogni intervento che realizzeremo quest’anno e che per motivi di sintesi non elenco qui, è inserito in un disegno complessivo di idea di città. Una città che governa e anticipa i cambiamenti, che ha nella sostenibilità ambientale, nella sicurezza e nell’innovazione i suoi cardini.

Saranno bei mesi, pieni di cantieri e di cambiamenti, dagli asfalti alle ciclabili, dalla piantumazione di 100 nuove piante (completata da qualche giorno) al rifacimento totale dell’illuminazione pubblica, dalle scuole alla stazione dei treni, sui parchi e sui viali.

Saranno bei mesi, mesi in cui saremo impegnati, oltre che sui cantieri che realizzeremo anche sul futuro. Dal nostro impegno per arrivare in tempi brevi alla circonvallazione all’impegno per il potabilizzatore e per il casello autostradale.

Saranno bei mesi e siamo pronti a migliorare Castello.

Ti potrebbero interessare anche:

Share